Ferri: “Inter-Juventus, incognita Vecino ma c’è da stringere i denti. La differenza…”

L’ex difensore nerazzurro ha parlato della partita di stasera ai microfoni di Radio Dee Jay

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Riccardo Ferri, ex difensore dell’Inter, ha parlato a Radio Dee Jay di Inter-Juventus:

-Secondo te gioca come ha detto Spalletti?

In questo momento gli uomini sui cui poter fare affidamento sono quelli. Karamoh è il jolly che può spaccare la partita. L’incognita è Vecino che rientra da un infortunio lungo, ma è giusto anche stringere i denti e chiedere ai giocatori dei sacrifici importanti in partite così. 

-Che partita farà la Juventus?

Secondo me il fattore campo è determinante, se fosse giocata a Torino faremmo considerazioni diverse. Il pubblico interista è stato molto vicino alla squadra, credo che sarà una partita fino all’ultimo colpo. Il nervoso che c’è nella testa delle due squadre è tanto. Credo che una reazione di stomaco fin dall’inizio per far vedere come si vuole impostare la partita ci sarà. La Juventus ha alternative, l’Inter non  ne ha di enormi che ci possono stupire. 

-Cuadrado e Douglas Costa insieme mi convincono proprio…

Douglas Costa spinge in mezzo e va anche ad occupare il campo dalla parte opposta. E’ un atteggiamento che può fare la differenza. In attacco e in difesa adesso la Juventus è superiore. A centrocampo si può mettere in difficoltà, quello può essere il loro tallone d’Achille. Lì hanno pedalato tanto e nelle gambe si sentono le tante partite giocate, a centrocampo come alternativa avevano solo Marchisio. 

(Fonte: Radio Dee Jay)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy