Figo torna sul “tradimento” al Barça: «Vi spiego perché andai al Real Madrid»

Parlando a un’emittente spagnola l’ex giocatore di Inter, Real Madrid e Barcellona ha motivato il suo “tradimento” del 2000 che lo vide passare dal Barcellona al Real Madrid

di Lorenzo Roca, @Lorinc74

Parlando a un’emittente spagnola l’ex giocatore di Inter, Real Madrid e Barcellona Luis Figo ha motivato il suo “tradimento” del 2000 che lo vide passare dal Barcellona al Real Madrid. L’attaccante spese 5 anni in Catalunya, vincendo due titoli spagnoli, due Copa del Rey. Tuttavia ha girato improvvisamente le spalle ai blaugrana per raggiungere il Real nell’estate del 2000, dando così vita a uno dei trasferimenti più controversi della storia del calcio. Comprensibilmente, il trasferimento non ha reso felici i tifosi del Barça, che hanno massacrato Figo al suo primo ritorno al Camp Nou nell’ottobre 2000 urlandogli di tutto e tirandogli persino la testa di un maiale. 16 anni dopo Figo ha spiegato il motivo di quel “tradimento”: «Non avevo nessun patto con Florentino Perez, ne ho sottoscritto uno con il Real Madrid. Florentino era il candidato alla presidenza del Real, ha trovato un accordo con il mio agente, non con me perché io ero sotto contratto e non potevo siglare un accordo con qualcuno che non fosse ancora presidente. In quel periodo io e il mio agente avevamo un rapporto esclusivamente amichevole, non c’era nessun contratto che ci legava. Ciò che hanno raccontato sono bugie, quello che è accaduto dopo fu una mia decisione. Vedendo la situazione e l’impegno del mio agente, ho deciso di firmare per il Real Madrid».

(cadena ser)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy