Futuro ignoto per il Milan: Berlusconi non voleva un Thohir bis, ora invece…

Futuro ignoto per il Milan: Berlusconi non voleva un Thohir bis, ora invece…

di Sabine Bertagna, @SBertagna

“Il presente è sospeso e il futuro più ignoto che mai. Lo sarà probabilmente fino a inizio maggio: è il tempo minimo necessario per capire chi diventerà il nuovo padrone e chiuderà il quasi trentennale impero di Berlusconi, vincendo il derby d’Asia Thailandia-Cina.” E’ così che Repubblica descrive l’attuale momento pieno di incertezze del Milan. In vantaggio sarebbe il thailandese Bee Taechaubol: per lui un ingresso progressivo nel capitale sociale, dal 20 fino al 65% nel giro di un anno e una valutazione monstre del club rossonero (1,2 miliardi). Ci sarebbe anche una misteriosa cordata cinese, che ha chiesto di vedere i conti.

Scrive Repubblica: “Ancora l’anno scorso, di questi tempi, respingeva con sdegno l’idea di un Thohir bis, un parvenu del calcio europeo. Invece ha prevalso il realismo: colpa delle contingenze finanziarie, dell’opportunità di disfarsi del ramo più secco di Fininvest, dei debiti con le banche per 256 milioni, del deficit intorno ai 60 milioni, della mancata qualificazione alla Champions, della mediocrità della squadra, di San Siro vuoto, dei tifosi ostili e disamorati e del vistosissimo danno d’immagine.” 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy