Gagliardini-Joao Mario, goduria per l’Inter: ma Spalletti deve ingoiare un boccone amaro

Gagliardini-Joao Mario, goduria per l’Inter: ma Spalletti deve ingoiare un boccone amaro

C’è una beffa dietro l’esplosione dei due ieri a San Siro

di Marco Macca, @macca_marco

Oltre ai cinque gol e al secondo posto confermato, il pomeriggio dell’Inter è da ricordare anche per la rinascita di due giocatori, Roberto Gagliardini e Joao Mario, che sembravano ai margini del progetto nerazzurro e che invece sono tornati di colpo protagonisti. A questo punto, per Spalletti, viste le loro prestazioni, sarà anche difficile rinunciare a loro in vista della Champions League, dato che entrambi non sono presenti nella lista europea. Scrive la Gazzetta dello Sport:

Ieri il meglio lo si è visto proprio in mezzo: con Brozovic, illuminato come a Roma, e con Gagliardini e Joao Mario, tre gol in due e tanti applausi da San Siro che in passato li ha crocefissi. Due reduci che hanno avuto il merito di risorgere e riproporsi. Se confermeranno qualità e corsa, Spalletti si ritroverà una batteria d’interni di assoluto valore. Vecino, Nainggolan e lo stesso Brozo potranno tirare il fiato e le prospettive di titolo cambieranno. Non poter schierare Gaglia e Joao in Champions, fuori lista per vincoli Uefa, è una beffa dolorosa“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy