Gandini: “Inter allineata a Icardi. Wanda? Sembra sia più importante l’agente dell’atleta”

L’ex dirigente del Milan ha parlato del caso Icardi

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Gandini

L’ex direttore generale del Milan Umberto Gandini, intervistato dal Corriere della Sera, ha parlato anche della vicenda Icardi di casa Inter. Queste le dichiarazioni del dirigente sulla telenovela nerazzurra:

Il caso Icardi non è ancora chiuso. Ha sbagliato l’Inter ad annunciare con un tweet il declassamento da capitano?
«La mediaticità del caso ha portato i nerazzurri a comportarsi allo stesso modo del giocatore che ha scelto i social come via di comunicazione privilegiata».

Il ruolo di Wanda ha contribuito a inasprire i toni?
«Anche in passato padri e fratelli hanno gestito la procura di campioni. Il problema è l’uso del ruolo che viene fatto. Sembra che sia più importante la posizione del procuratore che dell’atleta. Il problema nasce se essere agente di Icardi assume maggior valenza dell’essere Icardi».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy