Gattuso: “L’Inter ha meritato, è dura affrontarla. Complimenti a Spalletti, spero di rifarmi”

L’allenatore rossonero ha parlato nella sala stampa del Meazza: FCINTER1908.IT vi riporta le sue parole

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Gennaro Gattuso, dopo la sconfitta contro l’Inter, ha parlato con i giornalisti presenti nella sala stampa del Meazza. FCINTER1908.IT vi riporta le parole dell’allenatore:

-Passo indietro del Milan cosa è successo? 

Abbiamo giocato contro una squadra fisicamente più brava di noi. E’ una squadra con cui abbiamo sofferto per la loro pressione e abbiamo intercettato diversi palloni e davamo la sensazione di stare meglio. A livello tecnico abbiamo sbagliato. L’Inter ha meritato questa vittoria ma la nostra prestazione non è da buttare via. A livello fisico e mentale la squadra mi è piaciuta. 

-Si può pensare ad un avvicendamento Reina-Donnarumma?

Quando si perdono le partite la colpa è innanzitutto dell’allenatore, poi la colpa è di tutti gli allenatori. Donnarumma ha fatto qualche errore, ma poteva scivolare meno Romagnoli e fare qualcosa in più anche Musacchio. Nel calcio gli errori ci stanno. 

-Qualità che a volte non si riesce a usare: ne ha parlato Spalletti. E’ sembrata una frecciatina…

Complimenti a Spalletti che ha vinto un grande derby, spero di rifarmi: ho 40 anni, oggi ha vinto lui, poi vediamo. 

-Va a casa pensando che i suoi hanno dato tutto o pensa che si poteva avere più coraggio e la sostituzione di Cutrone voleva dare questo messaggio?

L’Inter a livello di costruzione non ha creato neanche una palla gol, hanno giocato su calci piazzati e tutto quello che hanno creato lo hanno fatto con la loro fisicità, è una squadra che ti fa far fatica. Quando chiedi ripiego a tutti perché hanno molta presenza in area poi si fa fatica a riempire l’area avversaria con gli inserimenti. L’Inter ti fa fare fatica ed è una squadra difficile da affrontare.

-Higuain poco assistito o non era assistito? 

Si è innervosito, a volte non è stato servito e poi penso che non siamo stati noi bravi a metterlo nelle condizioni di sfruttare tutto al massimo. 

-E’ un confronto con una grande e il Milan ha tenuto, si può ripartire da lì?

Ci sono tante cose positive in questa partita, la squadra ha giocato su un campo con doti che non ci appartengono. Giocare con questa voglia è importante, non possiamo giocare con l’Inter senza essere aggressivi, potevamo andare più alti. Abbiamo determinate caratteristiche e dobbiamo stare attenti. Il rammarico più grande sono gli ultimi 15 minuti. Abbiamo sviluppato molto male delle azioni a campo aperto, abbiamo sbagliato l’ultima scelta. Ma era la partita che avevo chiesto ai miei ragazzi. 

-Dopo aver vissuto Dida che consiglio dai a Donnarumma?

Non devo dare consigli a Donnarumma, quella di Dida era peggio, l’aveva buttata dentro la palla da sola. Non ci sta il paragone. Fino ad oggi tutti scrivevate che era in salute e che aveva fatto bene in Nazionale. In questo momento mi viene da dire a tutti che è una sconfitta che brucia, ma è la nona giornata e abbiamo una gara da recuperare, voglio dire a loro che non è tutto da buttare via. Dobbiamo giocare con grande serenità. 

-La classifica rispecchia il valore reale del Milan?

Finora abbiamo avuto alti e bassi e abbiamo avuto prestazioni imbarazzanti. Oggi la squadra mi è piaciuta, siamo rimasti ordinati e in partita. Abbiamo concesso poco ai nostri avversari. Meritavamo qualcosa in più e tante partite le abbiamo buttate noi. Pensiamo alle prossime partite, la classifica se dovessimo vincere il recupero, non sarebbe così brutta. 

(Fonte: FCINTER1908.IT, dal Meazza Eva A. Provenzano)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy