Giaccherini: “Conte un martello, ti tira fuori tutto. Inter favorita per lo scudetto”

Il centrocampista del Chievo racconta il suo ex tecnico

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Giaccherini e Conte in allenamento con la Nazionale

Emanuele Giaccherini, centrocampista del Chievo, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport racconta le qualità di Antonio Conte, suo ex tecnico ai tempi della Juventus e della Nazionale: “Un martello? Eh, sì… In settimana non lascia niente al caso, poi in partita dirige tutto, dal pressing alle giocate. Adesso senza pubblico lo sentite anche voi. È un comandante, un motivatore, un combattente, ti tira fuori tutto“.

Che peso ha la tattica, rispetto alla “motivazione”?
A livello tattico è maniacale, noi facevamo sempre 40-50 minuti di esercitazioni per seduta. Provavamo le uscite, le giocate, tutto“.

Una parte dei tifosi lo ritiene troppo “rigido”.
Il suo modo di giocare mette in difficoltà ogni avversario, quando dice che le avversarie si snaturano contro l’Inter è vero. Poi certo, nelle gare che si complicano può servire trovare una soluzione alternativa. Ma lui sa cosa deve fare“.

Personalmente, in cosa la ha migliorata Conte?
Il mister mi ha dato tanta fiducia, mi ha fatto crescere dal punto di vista dell’autostima. Arrivavo dal Cesena, avevo tutto da dimostrare: con l’etica del lavoro che trasmette mi ha fatto fare un grande step. Mi ha cambiato come giocatore e anche come uomo, a livello mentale“.

Detto ciò, domenica chi vince?
L’Inter è forte, meritava anche a Roma, non credo sia in difficoltà. La Juve dovrà gestire gli infortunati. Vedo favorito Conte, per il match e per lo scudetto. Credo sia l’anno dei nerazzurri: sono più maturi e senza coppe, quando si deciderà tutto a marzo-aprile“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy