Gilberto: “Arrivai all’Inter, ma c’erano lotte di ‘ego’. Nello spogliatoio…”

Gilberto: “Arrivai all’Inter, ma c’erano lotte di ‘ego’. Nello spogliatoio…”

Il brasiliano ha giocato nell’Inter nel 1999 e UOL Esport ha raccontato il motivo secondo il quale non è riuscito a fare bene in quell’esperienza

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

L’ex interista Gilberto ha parlato della sua esperienza all’Inter in un’intervista a UOL Esporte e ha spiegato: “Nel 1999 ho avuto la possibilità di giocare nel club nerazzurro, mi stavo adattando ma sono arrivato a metà stagione e l’Inter non era messa  bene in campionato. Nello spogliatoio c’era una lotta tra giocatori, diversi ego in contrapposizione, una lotta di ego. Ronaldo giocava ma era mezzo infortunato. C’era Zamorano e pure Baggio con Pagliuca, tutta gente che voleva attirare attenzione tanto che Zamorano giocava con la 1+8 perché Ronaldo aveva avuto la nove come per dire che il nove era suo”.

Sono arrivato lì in quel clima – ha aggiunto – e c’era anche Ze Elias nello spogliatoio. Mi ha chiamato a sé e mi ha detto: “Siediti accanto a me e stai tranquillo che oggi la bestia morde”. L’Inter aveva appena perso con il Bologna e io sono arrivato il giorno dopo. C’era un caos enorme, tutta gente che gridava, vedevo gente che sbraitava. Ma l’Inter non stava andando bene, aveva perso anche contro Udinese e Lazio e questo aveva portato al caos. C’era Lucescu, uno a cui piacciono i brasiliani, ma con me non è andata così”.

(Fonte: Uol Esporte)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-3410061 - 3 anni fa

    Non è andata così perché tu non sei mai stato un giocatore di calcio!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy