Gravina: “Il calcio non deve essere d’intralcio alle attività di governo. Senza spettatori…”

Gravina: “Il calcio non deve essere d’intralcio alle attività di governo. Senza spettatori…”

Le parole del presidente della FIGC a proposito degli ultimi provvedimenti adottati in materia di Coronavirus

di Daniele Vitiello, @DanViti

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato in collegamento con TikiTaka: “Sono state ore di attenzione, disponibilità e responsabilità. Siamo concentrati sul metterci a disposizione per cercare il miglior modo possibile per creare presupposti di un momento più tranquillo. Abbiamo la capacità di trovare anticorpi. Il calcio non deve essere d’intralcio alle attività delle autorità di governo e delle amministrazioni locali. Abbiamo cercato di assecondare le ordinanze con la possibilità però di disputare le partite a porte chiuse. La partita di calcio è un evento non fine a se stesso. E’ chiaro che senza spettatori è un evento monco, in questi momenti però è importante trovare la forza per cercare la giusta tranquillità”.

UFFICIALE Juve-Inter, Spadafora: “Nelle aree in emergenza partite a porte chiuse”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy