Guardiola risponde a Capello: “Non sarò mai il presidente del Barcellona, c’è già Piquè”

Guardiola risponde a Capello: “Non sarò mai il presidente del Barcellona, c’è già Piquè”

L’allenatore del City: “Ho detto che non allenerò fino a 60 anni, ma ne ho 45. In futuro vorrei fare qualcosa di diverso”

di Francesco Sicilia, @frasicilia

Botta e risposta tra Fabio Capello e Pep Guardiola. Dopo che il tecnico del Manchester City aveva stupito tutti dicendo “la mia carriera sta per finire”, l’allenatore friulano aveva dato una lettura tutta sua alle parole del collega, che è stato anche suo giocatore a Roma. “So perché vuole smettere… in futuro sarà il presidente del Barcellona”. Ma oggi Guardiola, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di Fa Cup fra il suo City e il West Ham, ha smentito la “previsione” di Capello. “Ho avuto la fortuna di essere allenato da Capello, ma voglio dirgli che non sarò il presidente del Barça. Per questo c’è già Piquè…”. L’allenatore del City è anche tornato sulle sue parole che avevano fatto il giro del mondo. “Ho solo detto che non allenerò fino a 60 anni, ne ho 45 però e mi trovo nel posto ideale per continuare a lavorare. Ho iniziato presto a giocare a calcio e in futuro voglio fare qualcosa di diverso. Mi rendo conto però che forse è stato inopportuno dire che è iniziata la fine della mia carriera”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy