Heynckes: “Cristiano e Lewandowski non possono essere paragonati, ecco perché. Wenger…”

L’allenatore del Bayern parla dei due attaccanti e spiega in cosa si differenziano. Il tecnico parla anche dell’addio di Wenger all’Arsenal

di Gianni Pampinella

Mercoledì andrà in scena l’andata della semifinale di Champions League tra Bayern Monaco e Real Madrid. Una sfida emozionante con tanti duelli individuali, uno tra tutti quello tra i due bomber Cristiano Ronaldo e Robert Lewandowski. A Sport Bild ne ha parlato il tecnico dei bavaresi Jupp Heynckes: “Non possono essere paragonati, Robert gioca sempre con le spalle all’avversario, Ronaldo viene spesso sul lato sinistro e si muove tra le linee, ciò che lo rende eccezionale è che ha delle occasioni in posizione centrale“. Infine, Heynckes ha anche avuto parole di elogio per Arsene Wenger, che lascia l’Arsenal dopo 22 anni. E’ stato uno dei migliori allenatori del calcio europeo, ha avuto un’influenza positiva sul calcio inglese attraverso la sua filosofia“, ha concluso Heynckes.

(AS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy