Hleb: “Andare al Barça è stato un errore. Vivevo in hotel e un giorno Henry…”

Hleb: “Andare al Barça è stato un errore. Vivevo in hotel e un giorno Henry…”

Il giocatore continua a ricordare il suo pessimo periodo al Barça

di Gianni Pampinella
Atletico Madrid v Barcelona - Hleb

In un’intervista al Telegraph, Alexander Hleb continua a ricordare il suo pessimo periodo da giocatore del Barcellona. “Quando ho parlato ai miei amici dell’interesse del Barça, mi hanno detto tutti: ‘Sei pazzo? Il Barça è il miglior club del mondo, devi andare lì“, ricorda Hleb , arrivato dai Gunners. “La mia esperienza all’Arsenal è stata fantastica, la migliore della mia vita. Ho amato il club, gli allenatori, ho avuto molti amici … È stato fantastico. Era un sogno È difficile dire perché me ne sia andato. Andare al Barça è stata una decisione difficile e tutto ciò che è arrivato dopo è stato un errore. Ho perso i miei migliori anni“. Il giocatore racconta anche che fu Thierry Henry ad aiutarlo ad ambientarsi in Spagna: “Thierry si avvicinò a me e disse: ‘Hai vissuto in un hotel per molto tempo. Perché non vieni a vivere con me? Nel giorno libero sarai con gli amici”. Il mio adattamento è stato molto meglio da allora. Ho vissuto lì per alcuni mesi e ricordo che abbiamo guardato le partite dell’Arsenal insieme. Henry mi ha aiutato molto“. Il suo rapporto con Guardiola non è stato idilliaco, ma dice: “Volevo giocare e mi sono arrabbiato con Pep. Ora capisco che è stata colpa mia“. Nell’estate del 2009 il giocatore disse no all’Inter che poi virò su Sneijder.

(The Telegraph)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy