Icardi, bottino dimezzato: solo 9 gol in A. Meglio trovare presto un accordo con l’Inter…

Il capitano dell’Inter vive un periodo negativo complice anche il mancato accordo per il rinnovo

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Se ne parla da parecchie settimane del rinnovo di Icardi, ma ancora le parti non si sono incontrate per parlare del contratto del capitano dell’Inter.

“Sarà soprattutto bene per l’Inter e per Icardi che questa storia si chiuda rapidamente, perché fatti e numeri dicono quanto sia nociva per il centravanti, che statisticamente sta vivendo la peggiore delle sue stagioni in nerazzurro. Il rischio è di non accorgersene, distratti magari da una delle settimanali feste di compleanno di famiglia, da una scollatura più discinta del solito o da una boutade un po’ più boutade di altre. I numeri però sono impietosi: Icardi, finora 9 gol, un anno fa dopo 20 giornate aveva segnato 18 volte. Il doppio. L’anno scorso, sempre a quest’altezza, l’Inter aveva segnato 35 gol, quindi un gol di Icardi pesava 0,59 sull’attacco complessivo della squadra. Adesso, 31 gol la squadra, con l’incidenza di Icardi a un per lui misero 0,29, più basso persino della stagione in cui ha segnato di meno (2015-16: 8 gol dopo 20 giornate, ma incidenza 0.31). La triste (per lui e l’Inter) partita col Sassuolo è stata la quarta consecutiva in Serie A senza gol. Non ci fosse stato il benedetto rigore da 2 punti contro l’Udinese, saremmo a 6 di fila: record negativo, dacché è diventato titolare in nerazzurro (2014-15). Così, invece, il primato (5 partite proprio nel 2014-15) può essere uguagliato se il capitano non dovesse segnare nemmeno al Toro, domenica prossima. Tutta colpa del contratto? Forse no o non solo, ma è logico supporre che l’ansia della firma non tenga in apprensione solo i tifosi, ma anche chi – pur strapagato – quell’autografo deve fare”, si legge su il Giornale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy