CdS – Icardi spacca il PSG: il club contro Tuchel. Dalla festa a Neymar, la garanzia dell’Inter è…

L’attaccante argentino non sa ancora dove giocherà la prossima stagione con il riscatto del club francese che resta in bilico

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Il futuro di Mauro Icardi resta ancora tutto da scrive. Un rebus che vede la volontà del Paris Saint-Germain di confermare l’attaccante argentino contrapporsi con i dubbi del calciatore. L’effetto-domino del mercato attaccante in Europa potrebbe inevitabilmente coinvolgere anche lui, con l’eventuale passaggio di Neymar al Barcellona che favorirebbe il riscatto per 70 milioni del club parigino.

Una conferma che appare inevitabile, secondo il Corriere dello Sport, con o senza l’assenso del tecnico Tuchel, con il quale Icardi non ha un rapporto idilliaco. I 20 gol in 31 presenze rappresentano un bottino di tutto rispetto per l’attaccante argentino, che però è stato escluso dalla doppia sfida negli ottavi di finale di Champions League contro il Borussia Dortmund con due panchine.

La festa organizzata da Icardi per il suo compleanno dopo la sconfitta a Dortmund nella gara d’andata ha segnato la svolta in negativo della stagione, con l’argentino confinato a un ruolo marginale. Per Tuchel Icardi non è una priorità, ma il club la pensa diversamente alla luce del possibile addio di Neymar e Cavani.

Il contratto fino al 2022 rappresenta una garanzia per l’Inter in caso di ritorno a Milano in termini di potere contrattuale. Dal club nerazzurro smentiscono la presenza di una clausola che permetta a Icardi di puntare i piedi e rifiutare il riscatto del PSG: la speranza dell’Inter è che l’argentino rimanga sotto la Tour Eiffel per liberarsi di un problema e assicurarsi un tesoretto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy