Icardi, ultima carta per rimanere all’Inter: chiesto un colloquio diretto con Steven Zhang

Icardi, ultima carta per rimanere all’Inter: chiesto un colloquio diretto con Steven Zhang

L’attaccante argentino ha ribadito la sua intenzione di rimanere in nerazzurro

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Mauro Icardi e Steven Zhang

L’avventura di Mauro Icardi all’Inter è arrivata ormai al capolinea: il rigore sbagliato nella decisiva gara contro l’Empoli è solo l’ultimo episodio di una stagione da incubo, nella quale l’attaccante argentino ha prima perso la fascia da capitano, poi la leadership all’interno della squadra e progressivamente anche l’amore del popolo nerazzurro. Icardi, nonostante tutto, ha ribadito (tramite la moglie e messaggi social) la sua intenzione di rimanere a Milano, ma la posizione del club è opposta. Per provare a garantirsi la riconferma, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, l’argentino è pronto a giocarsi un’ultima carta: “Da capitano, idolo e simbolo, forte anche di una stagione da 29 gol, adesso, non solo è stato degradato, ma è anche un giocatore di cui l’Inter vuole fare a meno a tutti i costi. Insomma, è in vendita. E il messaggio, anche se giusto la scorsa settimana, via social, Maurito ha ribadito la volontà di restare, gli è già stato recapitato in maniera chiara: se si oppone all’addio sarà solo peggio per lui, perché Conte vuole puntare su altri: Lukaku (o Dybala) e Dzeko, oltre a Lautaro. Al di là della decisione del club, ormai presa e nota da tempo, esiste anche un problema ambientale. Icardi è ormai un “sopportato” dentro lo spogliatoio – dopo il successo con l’Empoli è apparso molto defilato nei festeggiamenti sul campo – e proseguire con la convivenza sarebbe controproducente per tutti. […] Intanto, Icardi ha già avuto modo di chiedere a Steven Zhang un colloquio diretto. Ma se l’attaccante pensa che possa cambiare qualcosa, rischia di rimanere deluso…“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy