Il Brasile chiama, ma Miranda non vuole mollare l’Inter. E l’arrivo di Godin può essere…

Il Brasile chiama, ma Miranda non vuole mollare l’Inter. E l’arrivo di Godin può essere…

Il difensore dell’Inter non vuole lasciare Milano

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Joao Miranda sembrava dover lasciare l’Inter al termine della scorsa stagione. Ma con l’arrivo di Conte, il difensore brasiliano potrebbe aver cambiato i suoi piano come dichiarato lui stesso dopo la semifinale di Coppa America contro l’Argentina.

Joao Miranda, Brasile, 2019

“Adesso non vuole più andar via nessuno. Da un punto di vista di prestigio e fiducia la cosa è un ottimo segnale. Ma per l’Inter, per i suoi conti e per la necessità di avere una rosa adatta al nuovo tecnico Conte può rivelarsi un problema. L’ultimo dei previsti partenti ad aver posticipato l’addio a data da destinarsi è Joao Miranda, uno che fino a qualche mese fa sembrava più che convinto della fine della sua avventura interista. Sicuramente il clima di rinnovata ambizione che si respira in nerazzurro può aver aiutato. E può persino darsi che l’arrivo di Godin sia visto più come un ricongiungimento con un amico che come un fattore di aumentata concorrenza. Però non è tutto: conta la voglia di vincere, ma anche la vile pecunia. Miranda è virtualmente sul mercato da sei mesi, ma non si è creata una coda di possibili acquirenti: era arrivata una timida proposta dal Psg, che però gli offriva un contratto breve e che oggi si è allontanato. Restano le opzioni brasiliane, con Flamengo e San Paolo in testa: nessuna delle due può avvicinarsi ai 3 milioni dell’attuale contratto del 34enne, nemmeno spalmandoli. Joao può quindi pensare di adattarsi a fare la riserva, incassando. A meno che una buonuscita non ne faciliti la ricerca di altri lidi”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy