Il Giorno – L’Inter non può permettersi di guardare al futuro. Pioli si affiderà a…

L’Inter deve concentrarsi sul suo presente e sulla partita contro la Fiorentina

di Sabine Bertagna, @SBertagna

Mercato e panchina: l’Inter non deve pensare al futuro, ma al presente. Ne è convinto Il Giorno che a proposito della sfida contro la Fiorentina scrive: “C’è tutta una serie di incroci che vanno al di là del risultato del campo nella sfida di stasera al Franchi tra Fiorentina e Inter. In panchina ci saranno due allenatori in bilico, Stefano Pioli e Paulo Sousa, il primo che potrebbe sostituire il secondo nel caso in cui Suning dovesse strappare l’assenso di un nome di grido e forse anche senza questa eventualità. Guardando da entrambi i lati l’incontro sa di ultimo treno per l’Europa, distante sei punti per i Viola e a due lunghezze per gli ospiti, che dopo il pareggio subito in extremis dal Milan sono ancora fuori dalla zona coppe. Ci sarebbero anche le voci di mercato, l’interesse dell’Inter per Bernardeschi, ma ad Appiano Gentile non possono permettersi di pensare troppo a quel che accadrà nei prossimi mesi. Per portare a Milano giocatori di un certo calibro urge poter mettere sul piatto un palcoscenico europeo che oggi il club non ha in dote. La Champions è rimasto un sogno da poter inseguire fino a un mese fa, dal pareggio di Torino in poi non sono arrivate più vittorie e la classifica piange anche più di quanto non fosse con De Boer alla guida. Allora c’era una speranza di potersi rimettere in sesto, oggi l’unico traguardo rimasto è l’Europa minore, quella meno ricca”.

Suning intanto uno sguardo al futuro lo ha lanciato (con l’annuncio degli accordi presi con la UEFA e con il rinnovo di Piero Ausilio). Aggiunge Il Giorno: “Difficile che possa esserci eguale sorte (rinnovo) per Stefano Pioli. Il tecnico, in mancanza di alternative credibili, dovrebbe affidarsi stasera alla stessa formazione di sabato scorso, schierata con il 4-2-3-1 e con la conferma di Nagatomo a sinistra (Ansaldi non è stato convocato per infortunio). Di fronte ci sarà una Fiorentina che non avrà il suo bomber principe, Nikola Kalinic, fermato per due turni dal giudice sportivo. Come punta centrale verrà utilizzato Babacar, che lo scorso anno risolse proprio il confronto con l’Inter in Toscana durante il recupero. Una beffa che i nerazzurri hanno riassaporato di recente nella stracittadina.”

(Il Giorno)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy