Inno prima di Inter-Juve interrotto sulla strofa più bella: c’era un dubbio, ecco il motivo

Inno prima di Inter-Juve interrotto sulla strofa più bella: c’era un dubbio, ecco il motivo

La spiegazione secondo la Gazzetta dello Sport

di Redazione1908
Inter-Juventus

“E mi torna ancora in mente l’avvocato Prisco, lui diceva che la Serie A è nel nostro Dna, io non rubo il campionato ed in B non sono mai stato”. Il popolo nerazzurro aspettava con trepidazione di cantare a San Siro la strofa dell’inno interista in occasione della sfida con la Juventus. Una strofa densa di significato, che ben dipinge la rivalità storica con la squadra bianconera. Questa la spiegazione dell’accaduto, secondo la Gazzetta dello Sport: “Strano, le parole più viscerali cancellate proprio contro l’avversario più odiato. Ecco perché a diversi interisti – anche dopo gli arrivi di Marotta e Conte – è venuto il dubbio che l’episodio potesse essere legato ad un gesto “politically correct” della proprietà cinese verso quella bianconera. Molto più semplicemente invece la canzone del 2002 di Graziano Romani è stata interrotta prima della fine perché le squadre sono entrate in campo un po’ prima del previsto e a quel punto è stato necessario – per contratto – far partire la musica della Lega Serie A”.

(GdS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy