Inter, 1°gol di Nainggolan a San Siro nel modo più inatteso: “Lo sognava fin dall’inizio”

Ieri il primo gol a San Siro del belga

di Marco Macca, @macca_marco

Nel 5-0 dell’Inter contro il Genoa è passato quasi inosservato quello che è stato il primo gol a San Siro di Radja Nainggolan, uno che non doveva nemmeno giocare ieri. Luciano Spalletti lo ha mandato in campo negli ultimi minuti per “assaggiare il campo” e testarsi in vista del Barcellona. Lui, da Ninja qual è, si è fatto subito trovare pronto sul cross di Joao Mario con quella che non è certo la specialità della casa: il colpo di testa. Un pomeriggio dunque emozionante per il belga:

Il cerchio si è chiuso con il lieto fine, come nelle favole. Mettendo fine a una attesa lunga più di quattro mesi. Radja Nainggolan s’è finalmente sbloccato anche a San Siro, prendendosi quelle emozioni che immaginava di vivere sin dal giorno della firma con l’Inter: il Meazza ai suoi piedi dopo il primo gol in casa, con il suo urlo di gioia, la sua esultanza, il suo lunghissimo abbraccio. E lo ha fatto nel modo più sorprendente – di testa, su assist di Joao Mario – e nel giorno probabilmente meno atteso, e non a causa dell’avversario. Nainggolan infatti non sarebbe nemmeno dovuto andare in panchina ieri contro il Genoa se solo fosse stato un giocatore normale e non un Ninja, uno che non riesci a contenere e tenere a freno nemmeno dopo un infortunio non grave ma comunque fastidioso e pericoloso“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy