L’avv. Capello: “Questione societaria, oggetto dell’operazione è holding no l’Inter. Vi spiego”

Il figlio dell’allenatore ha spiegato la questione societaria nerazzurra: dalle quote in pegno all’interesse dei fondi di investimento

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

L’avvocato  Pierfilippo Capello, figlio del noto allenatore, su Sportitalia ha parlato dell’Inter e della questione societaria. 

-L’Inter sta cambiando proprietà? 

L’oggetto dell’operazione finanziaria non è l’Inter ma la Holding dentro cui ci sono le quote del club insieme ad altre quote di altre società di Suning. Il gruppo ha usato le quote di questa holding, che controlla tante attività, per cosa non si sa, ma le ha date in pegno. Il soggetto che ha in pancia la maggioranza del club nerazzurro è stata data in pegno ad una banca che fa capo a Jack Ma per un’operazione di finanziamento. Il gruppo cinese è enorme e potentissimo ma ha grandi costi di gestione. Ci abbiamo avuto a che fare quando papà ha allenato il loro club in Cina. Quando si fa fatica e gli affari rallentano c’è bisogno di liquidità. 

-Il discorso del governo che ha bloccato gli investimenti veri?

Sì, il governo cinese ha bloccato gli investimenti sul calcio. Prima ha impedito di portare fuori dei capitali da investire sul pallone. Prima i cinesi portavano i capitali in Europa. Adesso per finanziare una squadra il giro dei soldi è più complicato. Devi farti prestare i soldi in Europa con la garanzia di quelli che hai in Cina. Con la garanzia di altri asset che tu hai fuori dalla Cina ma che sono controllati in Cina. Si costruiscono quindi delle triangolazioni. Il pegno è stato messo sulle quote della società del gruppo Suning che controlla tante diverse attività dentro cui c’è anche l’Inter. Indirettamente il pegno è messo anche sull’Inter. C’è poi un interesse diffuso di diversi player internazionali, i fondi di investimento, sulle società di calcio italiane. In questo momento il rating delle società di calcio è sproporzionato: c’è dislivello tra il valore effettivo e il valore di mercato. Con un miliardo compri in Inghilterra una squadra di medio-bassa classifica. Con la stessa cifra compri in Italia un grosso club. In più Inter e Milan stanno per investire su uno stadio. Interessante vedere che in Italia stanno investendo gli americani. Invece gli arabi, i cinesi, tradizionalmente vanno alla ricerca del trophy asset, compri una cosa che è bella da vedere. Sei ricco e compri la squadra di Londra. Se guadagni o no è da vedere. Gli americani fanno investimenti diversi, che abbiano un ritorno. Gli investimenti degli americani portano sul calcio italiano l’interesse dei grandi fondi di investimento. 

-Se le azioni in pegno se le prende Jack Ma, chi investe ancora sull’Inter? 

In questo momento la Holding. Di chi è la Holding avrà poi la responsabilità di finanziare il club.

(Fonte: SI)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy