Inter, con l’Empoli non sarà facile per due motivi. C’è una cosa che fa paura

I nerazzurri dovranno battere i toscani per centrare la qualificazione alla prossima Champions League

di Gianni Pampinella
Andreazzoli, allenatore Empoli

Poteva e doveva essere la partita per chiudere il discorso Champions, invece l’Inter vista contro il Napoli è sembrata una squadra spenta. Adesso i nerazzurri, come lo scorso anno, dovranno giocarsi la qualificazione all’ultima giornata contro una squadra, l’Empoli, che ha la necessità di vincere per rimanere in Serie A. “Non resta che l’Empoli e non sarà facile perché, oltre alla disperazione, ha un’altra cosa che fa paura: il gioco. «Cosa vuol dire giocare bene?», si chiedeva l’altro giorno Allegri. Questo: che le squadre inferiori possono vincere grazie a un gioco superiore. La Roma ci ha lasciato la Champions contro il Sassuolo di De Zerbi. Il Toro è stato schiantato dall’Empoli di Andreazzoli. E l’Inter di Napoli, così povera di conoscenze cui aggrappasi nelle difficoltà, ha tutto il diritto alla preoccupazione“, scrive la Gazzetta dello Sport.

(Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy