Inter-Samp, le date possibili. E non giocare ieri non ha fatto piacere al club perché…

Inter-Samp, le date possibili. E non giocare ieri non ha fatto piacere al club perché…

Al vaglio diverse soluzioni per disputare il recupero

di Marco Astori, @MarcoAstori_
Causa il rinvio delle gare di ieri, ora tema d’attualità in Lega Serie A e non solo sono le date possibili nelle quali disputare i recuperi. Il Corriere dello Sport illustra lo scenario possibile, partendo dalla disputa di Inter-Sampdoria: “Inter-Sampdoria potrebbe essere recuperata a metà settimana, a inizio marzo, il 4 o il 5. Come? Spostando la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra i nerazzurri e il Napoli in programma il 5 al San Paolo. E’ un’ipotesi sulla quale la Lega sta lavorando concretamente per non condizionare la corsa scudetto e quella per la salvezza. Il regolamento prevede che un incontro rinviato vada recuperato entro 15 giorni o alla prima data disponibile. Se non sarà “sacrificata” la semifinale di ritorno Napoli-Inter e se contemporaneamente i nerazzurri raggiungeranno sia la finale di Coppa Italia sia quella di Europa League, l’unica data utile per Inter-Samp sarebbe il 20 maggio ovvero a 4 giorni dall’ultimo turno di campionato. Non il massimo.
Ecco perché da ieri i vertici di via Rosellini sono in costante contatto con i dirigenti delle squadre coinvolte (non solo l’Inter, ma anche la Sampdoria, il Napoli ecc) e pure con la Rai e Sky, che hanno i diritti tv. Non aver disputato il match contro la formazione di Ranieri, all’Inter non ha fatto certo piacere. Sia per una questione psicologica, sia per una questione più pratica. Prima della flessione accusata a inizio 2020, Conte e i suoi uomini si erano abituati a guardare dall’alto in basso la Juventus e la Lazio, ma i 12 punti conquistati nelle 7 giornate di campionato disputate nel nuovo anno li stanno obbligando a inseguire. Adesso rispetto ai bianconeri e ai biancocelesti hanno una gara da recuperare, ma rispettivamente 6 e 4 punti in meno. E giocare sapendo di essere costretti a rincorrere e avendo una pressione extra, quella di non poter sbagliare assolutamente perché le giornate sono sempre di meno, crea indubbiamente uno stress ai giocatori. Alla Pinetina ne avrebbero fatto volentieri a meno”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy