Inter double face al Meazza: difesa top, davanti serve di più. E’ dal 1992 che…

I due volti dell’Inter a San Siro

di Marco Macca, @macca_marco
Icardi e Lautaro all'Inter

Se la difesa è stata fin qui una garanzia assoluta, lo stesso non si può dire per l’attacco. L’Inter a San Siro può contare su un reparto arretrato all’altezza (anzi, migliore) rispetto alle altre big europee; ma è in attacco che i nerazzurri devono necessariamente fare di più in queste ultime uscite della stagione davanti ai propri tifosi. Scrive il Corriere dello Sport:

L’Inter la differenza la dovrà fare in campo. E se c’è un aspetto che ha funzionato in modo particolare al Mezza è la difesa. Sono solo 7 i gol incassati in 14 gare, significa meno di mezzo a partita. E, in Europa, nei principali campionati, solo l’Atletico Madrid ha mostrato la stessa solidità. Soltanto in un’occasione, i nerazzurri hanno subìto 2 reti, con il Torino alla seconda giornata. Mentre, per 7 gare, tra il 7° e il 20° turno la porta di Handanovic è rimasta inviolata. Piuttosto è l’attacco che ha avuto qualche colpo a vuoto, con sole 15 reti segnate in 15 match. Per di più, gli uomini di Spalletti sono rimasti a secco sia con la Lazio (sconfitta) sia con l’Atalanta (pareggio). E per l’ultima volta con 3 gare casalinghe consecutive senza gol segnati occorre andare indietro fino all’aprile 1992“.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy