Inter Femminile, Marinelli: “È questo il nostro obiettivo. Il derby? Siamo cariche”

Inter Femminile, Marinelli: “È questo il nostro obiettivo. Il derby? Siamo cariche”

Le parole della giocatrice nerazzurra

di Gianni Pampinella

Domani allo stadio Breda andrà in scena il primo derby della Madonnina al femminile di Serie A. Tra le protagoniste delle nerazzurre potrebbe spiccare Gloria Marinelli che ha già segnato una doppietta al Milan in Coppa Italia. Contro il Verona purtroppo non sono riuscita a sbloccarmi, però quando contro l’Empoli è arrivato quel rigore mi sono sentita subito di tirarlo. Sono contenta per il gol, spero che ne arrivino tanti altri“, spiega la Marinelli in un’intervista a Tuttosport. 

 In estate l’Inter è cambiata molto. Questo inizio di Serie A è stato come ve lo aspettavate? 
«L’approccio è stato molto positivo da parte di tutti, abbiamo alzato il livello a partire dagli allenamenti, siamo più preparate e mano a mano prenderemo gamba». 

 Domani c’è il derby. Che ricordi si porta di quando ha segnato una doppietta al Milan? 

«Anche se giocavamo in due categorie diverse, noi Serie B, loro Serie A, abbiamo fatto una grandissima prestazione di squadra. Quella partita ci diede molta fiducia». 
Quest’anno che derby sarà, spera di segnare ancora? 
«Assolutamente sì, è scontato, ma l’importante è che vinca l’Inter. Sarà un derby diverso, anche per il grande pubblico e tutte le attenzioni che ci saranno. Io non vedo l’ora di giocarlo, ci penso da inizio campionato. Siamo belle cariche e ci stiamo allenando forte».  
A proposito del pubblico: è cambiata la frequentazione negli impianti dopo la spinta avuta con il Mondiale? 
«Gli spettatori sono cresciuti a dismisura, il Mondiale ha fatto conoscere a tutti il calcio femminile, uno sport di cuore, passione, sacrifici, completamente diverso da quello maschile. Vedere tante persone per noi sugli spalti è una conquista e vogliamo far vedere che ci meritiamo un pubblico così grande». 

 Dopo il derby arriverà la sfida contro la Juventus. Avreste preferito che questi match fossero meno ravvicinati? 

«Avremmo dovuto affrontare comunque la Juventus, sarà un modo per capire a che punto siamo e se siamo in grado di affrontarle una dietro l’altra. La Juve è la Juve, ma noi siamo l’Inter e arriveremo alla sfida nel migliore dei modi». 
L’Inter si è posta un obiettivo quest’anno? 
«L’obiettivo comune è migliorare allenamento dopo allenamento, senza pensare alla classifica. La società non ci mette pressioni, siamo serene e faremo il meglio. L’obiettivo personale, è riuscire a diventare una calciatrice migliore imparando da chi è più brava di me, che poi è quello che porto avanti da tutta la vita».  
(Tuttosport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy