Inter-Fiorentina, chi sbaglia è perduto: Icardi sfida i record da trasferta di Kalinic

Entrambe le squadre in ritardo nella corsa per un posto in Europa si affidano a Icardi e Kalinic per risalire

di Alessandro De Felice

Il “derby” delle scontente, ma anche il “derby” tra i numeri 9. In Inter-Fiorentina, per chi perde si mette davvero male. E anche il pareggio sarebbe una mezza sconfitta sia per i viola che, sopratutto, per i nerazzurri. Il treno per l’Europa si sta già allontanando. E continuando con questa media, milanesi e toscani rischiano di non trovare posto neanche nel vagone per la vecchia coppa Uefa. Pioli sta cercando di trovare l’assetto giusto dopo il transito di de Boer, ma sembra ancora lontano dalla quadratura. Neanche Paulo Sousa ha saputo dare un’identità alla sua squadra. I due allenatori però possono contare su due certezze. In primis, Mauro Icardi, l’attaccante nerazzurro è a 10 reti in campionato e stasera è chiamato a tornare al gol in campionato dopo l’opaca prestazione nel derby. Kalinic, invece, può contare sulla sua vena da trasferta. Il centravanti viola, da quando è in Italia, ha messo a segno 12 dei 17 gol totali lontano dal Franchi, di cui 3 l’anno scorso a San Siro, nell’1-4 che fu la prima sconfitta dell’Inter di Mancini dopo le cinque vittorie di fila in avvio.

(Corriere Fiorentino)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy