Inter-Icardi, Conte chiama i senatori: ecco la durissima risposta dello spogliatoio

Conte chiama i senatori dell’Inter per sapere di Icardi

di Marco Macca, @macca_marco
conte in conferenza stampa

Mauro Icardi e Wanda Nara sembrano voler andare dritti per la loro strada, ma intanto l’Inter, Antonio Conte e lo spogliatoio sembrano aver deciso in maniera insindacabile la loro posizione in merito alla questione. Tanto per fare un esempio, Tuttosport nella sua edizione odierna riporta l’indiscrezione secondo cui il tecnico nerazzurro avrebbe chiamato i senatori dello spogliatoio per capirne di più sul problema, ricevendo in cambio una risposta durissima:

Mauro Icardi e Wanda NaraL’Inter, al contrario, non vede l’ora di privarsi di Maurito: entro il 30 giugno, ove possibile, per siglare una ricca plusvalenza (45 milioni è il tetto complessivo da mettere a bilancio); comunque non oltre il 7 luglio, giorno fissato per il raduno, quando Conte vorrà subito guardare in faccia i suoi ragazzi. Non Icardi, lui proprio no, tanto è vero che c’è chi ipotizza una mancata convocazione del giocatore, o comunque una sua esclusione dai convocati per la tournée estiva. L’ex ct, del resto, ha già parlato con i senatori del gruppo, con cui ha condiviso una posizione precisa: l’argentino è il passato, metà spogliatoio non lo tollera più da un pezzo e anche la società s’è esposta in questa direzione. E mentre la Roma ha risposto di no (anche per i costi elevati) nell’ambito dei contatti con Marotta in merito al doppio affare Dzeko-Kolarov, ecco che su Icardi ora c’è soltanto la Juve“.

(Fonte: Tuttosport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy