Inter incerottata, Lautaro a rischio ma stringe i denti. Spalletti con gli uomini contati

Inter incerottata, Lautaro a rischio ma stringe i denti. Spalletti con gli uomini contati

Il tecnico dell’Inter ci crede ma deve fare a meno di parecchie pedine

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Ieri è arrivata una brutta notizia per l’Inter: l’infortunio di Radja Nainggolan. Il club nerazzurro proverà a recuperarlo per il derby, intanto salterà sicuramente la doppia sfida con l’Eintracht.

“Pochi e pure incerottati. Ieri ha battuto ritirata anche Keita: il senegalese è tornato ad allenarsi in gruppo ma, considerato che non sarebbe stato arruolabile per la gara con l’Eintracht (non mette piedi in campo dal 29 dicembre, quando segnò il gol vittoria a Empoli) Spalletti e lo staff medico hanno convenuto che fosse più utile alla causa farlo allenare per bene ad Appiano piuttosto che fargli fare il pacco postale tra Milano e Francoforte con il rischio concreto di guardare la partita dalla tribuna. Chi invece nell’ultimo mese non si è più fermato è Lautaro Martinez che stasera giocherà la sesta partita in ventidue giorni. Un tour de force forzato a causa dei mal di pancia di Mauro Icardi seguiti alla degradazione da capitano a soldato semplice e dell’infortunio di Keita. Mai il Toro aveva giocato in Italia a questi ritmi (con Samp, Fiorentina, Cagliari e Rapid all’andata è rimasto in campo per 90’ mentre nel ritorno con gli austriaci Spalletti lo ha tolto dopo poco più di un’ora) ed è sempre più fondato il timore in seno allo staff tecnico che questo possa aumentare in modo esponenziale il rischio che l’argentino possa essere facilmente soggetto a un infortunio muscolare. I suoi muscoli sono intossicati dalla fatica e sarebbe necessario un turno ai box, però Martinez (che è diffidato tanto in Coppa, quanto in campionato: in altri tempi un cartellino sarebbe benedetto) dovrà sacrificarsi per la Ragione di Stato pure domenica, quando con la Spal Keita, al massimo, potrà fare staffetta negli ultimi minuti”, si legge su Tuttosport. 

“A rendere tutto più tremendamente complicato, l’infortunio di Nainggolan che, come ha dimostrato la gara di Cagliari, era l’uomo giusto per innescare il “Toro” in ripartenza (segnare un gol all’Eintracht sarebbe fondamentale per la qualificazione). Senza il Ninja l’Inter perde molto del suo potenziale e in imprevedibilità: Spalletti – nell’auspicio che l’infortunio sia risolvibile in una settimana- dovrà recuperare alla causa pure Candreva (nelle ultime settimane apparso un po’ demoralizzato anche perché ormai sicuro dell’addio). Il tutto sperando che i soliti noti continuino a tirare la carretta: in tal senso anche insospettabili come Danilo D’Ambrosio (neo papà del piccolo Ludovico, auguri!) da tempo giocano sul dolore. Ma non ditelo a Icardi che, nella lettera che ha fatto imbestialire uno spogliatoio intero, aveva spiegato quanto fosse difficile giocare con un ginocchio infiammato. Stasera il fu capitano guarderà la partita davanti alla tv: per arrivare a diciannove giocatori, Spalletti ha precettato pure due della Primavera, Schirò e Merola”, riporta il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy