Inter-Lukaku, ecco i tre indizi che fanno una prova: “Ma non è finita perché a Manchester…”

Inter-Lukaku, ecco i tre indizi che fanno una prova: “Ma non è finita perché a Manchester…”

Le ultime sul futuro del belga

di Marco Macca, @macca_marco
lukaku tira in porta

La trattativa non è certo semplice, ma tutti gli indizi dicono che Romelu Lukaku vuole l’Inter e che l’affare è possibile. Come riportato dal Corriere dello Sport, infatti, l’attaccante belga è ormai considerato ai margini del progetto Manchester United:

Romelu Lukaku, Manchester UnitedNell’era dei social anche un indizio su Instagram può essere un particolare da non sottovalutare. Iniziamo da un dato di fatto: ieri è stato comunicato il calendario della Premier League 2019-20, con un mese e mezzo di vantaggio rispetto alla Serie A e ad altre leghe europee (il primato mondiale nella vendita dei diritti tv si costruisce anche così…) e il Manchester United attraverso il proprio account Instagram ha provveduto a pubblicare per i propri tifosi tutte le date delle gare casalinghe e in trasferta. Per accompagnare le 9 pagine nelle quali gli incontri sono divisi mese per mese ci sono le foto di sei giocatori individuati come più rappresentativi: Lindelof, McTominay, Dalot, De Gea, Pogba e Rashford. Niente Lukaku… Solo un caso? Neppure per sogno. Qualche settimana fa è stata presentata la prima maglia che i Red Devils indosseranno la prossima stagione e in questo caso tra i modelli ci sono Lindgard, Shaw oltre a Pogba, De Gea e McTominay. E pure sulla campagna abbonamenti Lukaku è stato “bandito”. Siamo ai classici tre indizi che fanno una prova”.

Il Corriere dello Sport, poi, sottolinea come il belga non sia amatissimo dal pubblico dei Red Devils: “Lo United ufficialmente non ha messo Lukaku in vendita, soprattutto per non deprezzarlo, ma in realtà il club di Manchester ha capito che difficilmente resterà anche nel 2019-20. Solskjaer nel ruolo di prima punta gli preferisce il più mobile Rashford e il belga in più non è amatissimo dai tifosi. Anche per quest’ultimo motivo, dunque, è stato tolto da ogni attività promozionale in vista del prossimo campionato“.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy