Inter, magica notte: e c’è una coincidenza con l’anno scorso che fa venire i brividi

Inter, magica notte: e c’è una coincidenza con l’anno scorso che fa venire i brividi

Fantastica coincidenza con Lazio-Inter nella notte di Inter-Empoli

di Marco Macca, @macca_marco
nainggolan e i compagni esultano

Una notte incredibile, forse scritta nel destino. L‘Inter, come nel 2017-18, raggiunge la qualificazione in Champions League all’ultimo atto del campionato e, come nella passata stagione, lo fa con il gol decisivo segnato al minuto numero 81. Un numero che rimarrà nella storia dei nerazzurri:

Con il Milan in vantaggio e l’Atalanta sul pari, l’Inter va a prendersi il tè in Europa League. Mentre l’Empoli se lo beve in A. Si riparte con un curioso terzino sinistro: Perisic. Asamoah ha lasciato il posto a Keita, alto a sinistra. È la mossa che schioda il match perché al 6’ Keità converge e imbuca il rasoterra. Ma siccome all’Inter le cose semplici sono bandite per statuto, Icardi fallisce il match-point dal dischetto (16’) ed esce contestatissimo. Quando al 31’ Handa salva su Farias tutto solo, arriva l’ok dal Vaticano. Ma neppure il beato Samir può nulla su Traorè che spinge in rete il pallone dell’illusione (31’). Nainggolan raccoglie un palo di Vecino e fa 2-1, prima del finale folle. Notare: il Ninja ha segnato all’81’, esattamente come Vecino un anno fa“, scrive la Gazzetta.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy