Inter, Marotta a un passo: ecco il suo ruolo. Bilancio ok per l’Uefa, cresce il fatturato

Inter, Marotta a un passo: ecco il suo ruolo. Bilancio ok per l’Uefa, cresce il fatturato

In arrivo una giornata importante a livello societario per i nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Giornata importante a livello societario per l’Inter: nel corso dell’assemblea dei soci di oggi dovrebbe arrivare la nomina di Steven Zhang come nuovo presidente nerazzurro, in sostituzione di Erick Thohir, che cederà le sue quote a Suning. Verrà approvato il bilancio, che ha soddisatto le richieste della Uefa, mentre è sempre più vicino l’arrivo di Beppe Marotta. Così scrive Tuttosport: “Oggi si brinderà a un bilancio in linea con quanto imposto dalla Uefa con un passivo da circa 17,5 milioni: un risultato che premia il buon governo di un club che negli anni morattiani aveva regolarmente bilanci in rosso profondo. Questo anche per merito di un fatturato consolidato pari a 347 milioni (plusvalenze comprese) che dimostra quanto sia accresciuto negli anni l’appeal dell’Inter. Particolarmente importante – non poteva essere altrimenti – è il mercato cinese che porterà entrate per quasi 100 milioni (14 in più rispetto agli 86 del 2016/17): di questi circa 40 derivano dagli accordi di sponsorizzazione con Suning, mentre i restanti 60 da partnership con altre aziende del mercato cinese. Questo tesoretto però verrà buono per l’esercizio in essere con chiusura al 30 giugno 2019, questo per le ormai celeberrime restrizioni imposte dal governo cinese per l’esportazione dei capitali all’estero che comporteranno lo slittamento dei pagamenti a fine anno“.

MAROTTA – “Un capitolo a sé stante, non poteva essere altrimenti, è quello legato al futuro di Beppe Marotta. L’ex amministratore delegato della Juventus, come noto, deve ancora risolvere il contratto che lo lega al club bianconero come direttore generale quindi, tanto per essere chiari, è ancora a tutti gli effetti un dirigente alle dipendenze di Andrea Agnelli. La risoluzione del contratto dovrebbe avvenire entro metà della prossima settimana e da allora Marotta – che già da qualche settimana si è trasferito a Milano – sarà libero di poter iniziare una nuova avventura professionale con un’altra società. Tutti gli indizi portano evidentemente all’Inter dove potrebbe ricrearsi il modello del doppio ad con Alessandro Antonello e dove ci sarà spazio per far coesistere l’uomo dei sette scudetti bianconeri con Piero Ausilio e Giovanni Gardini, i dirigenti che hanno riportato l’Inter in Champions. La rivoluzione, stante queste premesse, è soltanto all’inizio“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy