Inter, poca fortuna con gli allenatori ex Juventus: Trapattoni l’eccezione, Lippi il flop

I nerazzurri sono pronti ad affidare la loro panchina a un altro ex bianconero

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Giovanni Trapattoni

Ormai non sembrano esserci più dubbi: sarà Antonio Conte il prossimo allenatore dell’Inter. L’ex ct della Nazionale si unirà alla lista dei tecnici che hanno guidato sia i nerazzurri che la Juventus. Il Corriere dello Sport ricorda i suoi predecessori: “Prima sulla panchina della Juventus e poi su quella nerazzurra. In genere, il percorso di chi ha guidato entrambe le squadre è sempre stato questo. Rino Marchesi, prima, e Alberto Zaccheroni, poi, rappresentano l’eccezione, avendo fatto l’opposto. E c’è da dire che l’Inter non è mai stata granché fortunata in questi passaggi. Ha festeggiato con Giovanni Trapattoni, con uno scudetto ed una Coppa Uefa, ma per il resto pensare di vincere con chi lo aveva già fatto a Torino si è rivelato un progetto puntualmente mancato. Il flop più evidente è stato quello di Marcello Lippi, sbarcato alla Pinetina in pompa magna e poi esonerato all’inizio della seconda stagione, dopo essere stato eliminato dai preliminari di Champions. E quell’esperienza deve essere stata tanto traumatica che poi Lippi è tornato dalla Signora. In questo senso, però, il precursore era stato il Trap: anche lui, infatti, non riuscì a resistere al richiamo della Juventus e chiuse la sua avventura nerazzurra proprio per tornare alla corte della famiglia Agnelli. Il precedente più recente, però, è quello di Claudio Ranieri. Fu chiamato in nerazzurro per “aggiustare” la squadra dopo il traumatico inizio di Gian Piero Gasperini, che peraltro aveva allenato la Primavera bianconera. Dopo un inizio felice, però, l’attuale tecnico della Roma non riuscì nemmeno a chiudere la stagione. Zaccheroni, invece, salì in corsa su entrambe le panchine, ma a fine campionato fu puntualmente salutato. Almeno, nella sua esperienza nerazzurra, riuscì a condurre la squadra al quarto posto e alla Champions. Andando ancora più indietro nel passato, anche l’Heriberto Herrera, solo omonimo di Helenio, “scudettato” in bianconero, non riuscì a imporsi a Milano, anzi nella sua seconda stagione fu pure esonerato. Da ricordare, tra gli stranieri, anche l’inglese Jesse Carver, tricolore solo in bianconero. Mentre il primo in assoluto è stato Giovanni Ferrari: nel 1941/42 alle Juve e l’anno dopo all’Inter“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy