Inter, riecco Keita. L’esterno torna nel momento decisivo e si gioca anche il futuro

Inter, riecco Keita. L’esterno torna nel momento decisivo e si gioca anche il futuro

Il senegalese dell’Inter dovrà meritarsi sul campo il riscatto dal Monaco a fine stagione

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Questa sera l’Inter si giocherà il passaggio ai quarti di Europa League con l’Eintracht di Francoforte. Spalletti non cerca alibi, anche se dovrà fare a meno di parecchi giocatori.

“Dopo il lungo mese di stop Keita Balde tornerà a giocare, probabilmente subentrerà dalla panchina ma il suo apporto potrebbe essere fondamentale per le sorti dell’Inter in Europa e anche per il suo futuro: il riscatto è tutt’altro che in cassaforte, dato che il patto col Monaco prevede un versamento di altri 36 milioni di euro, da aggiungersi ai 4 già pagati per il prestito oneroso. Spalletti considerate le scelte obbligate, potrebbe affidarsi al 4-2-3-1: Handanovic fra i pali, difesa a quattro con D’Ambrosio, De Vrij, Ranocchia, e Cedric, Vecino e Skriniar in mezzo al campo, Candreva e Perisic sugli esterni con Borja Valero alle spalle di uno tra Politano e Keita (con il primo in vantaggio sul secondo e che giocherebbe da punta come ai tempi del Sassuolo)“, si legge su Libero.

“Tra i 20 convocati torna Brozovic ma la novità sono i cinque giovani della primavera: Zappa, Gavioli, Schirò, Merola ed Esposito potrebbero conoscere l’emozione di esordire in una competizione europea. La seconda prova determinante per la stagione dell’Inter è domenica sera contro il Milan, nel 223esimo derby della Madonnina (20.30 diretta Sky Sport). Dove Spalletti potrà contare sul recupero a pieno di Miranda e Brozovic oltre alla presenza di Gagliardiini, Dalbert e JoaoMario, quest’ultimo è tornato in Portogallo dopo la notizia della morte del padre,ma sarà disponibile per la stracittadina”, spiega il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy