Inter-Roma, Conte studia la partita: il pericolo numero uno non è Dzeko

Inter-Roma, Conte studia la partita: il pericolo numero uno non è Dzeko

Così i colleghi a proposito delle possibili scelte di formazione di Antonio Conte

di Daniele Vitiello, @DanViti
Conte all'Inter

La Gazzetta dello Sport di stamattina si sofferma anche sulle possibili scelte di formazione di Antonio Conte in vista di Inter-Roma di stasera: “Fino all’ultimo, Antonio sfoglierà le opzioni (Borja? Asamoah? D’Ambrosio? Candreva? Godin?), ma una cosa gli è chiara da sempre: una buona partita nasce da una buona marcatura di Pellegrini (6 assist, secondo solo a Luis Alberto) o comunque dal presidio attento delle zolle di trequartista che potrebbero occupare Dzeko o altri. Troppo spesso l’Inter ha sofferto l’uomo tra le linee: Joao Pedro, Correa, Vidal, Dybala… La Roma invece ha sofferto spesso squadre con difese a 3 che spalmano fitte mediane in orizzontale: Lazio, Atalanta, Verona… Fonseca dovrà sigillare le fasce, dove Kolarov non è impermeabile, e naturalmente difendere bene di squadra per non permettere a Lautaro e Lukaku di giocarsela da soli contro i due centrali”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy