Inter-Roma, Zaniolo a San Siro sfida Nainggolan. E’ l’ora dei rimpianti…

Questa sera sarà la prima da professionista per l’ex Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Questa sera l’Inter si troverà di fronte l’ex Zaniolo, alla prima da professionista a San Siro.  Il giallorosso è finito nella Capitale nell’ambito dello scambio con Nainggolan e per l’ago della bilancia sembra pendere dalla sua parte, anche a causa dei tanti infortuni avuti dal belga.
“Questa sera sfiderà Nainggolan. Lo scambio di mercato che ha depresso la tifoseria giallorossa in estate, la vede ora esaltata dall’ascesa di Nicolò che nella memoria della piazza, rimarrà una delle pochissime operazioni per la quale verrà ricordato Monchi a Roma. A Trigoria hanno evitato accuratamente in questa settimana di esporlo ai media. La volontà di non replicare alle frecciate del belga in un’intervista rilasciata nei giorni scorsi («Lui ha fatto 20 partite in A, 18 buone. Io 10 anni, 9 buoni e questo così e così. Vedremo tra 10 anni…»), ha prevalso. Tra l’altro non è un momento felicissimo per Zaniolo. La Roma è reduce da due successi ma dall’arrivo di Ranieri, l’estro del talento di Massa è andato in calando. Il tecnico, sempre molto sincero, ha spiegato nei giorni il perché: «Credo che Nicolò non stia vivendo il suo momento migliore. Per me si esprime meglio da mezzala a tutto campo, non dietro la punta. Trequartista o esterno è la stessa cosa, ma la sua conformazione fisica e mentale lo rende mezzala a centrocampo. In questo momento è più una mezzala, poi magari esploderà e ci farà vedere altre cose». Ruolo però che con Sir Claudio non ha mai ricoperto. A San Siro potrebbe tornare al centro, agendo quindi da trequartista. Nzonzi, infatti, nonostante abbia recuperato non è al meglio. E così le prove tattiche della rifinitura hanno visto Pellegrini scalare al fianco di Cristante in mediana e Nicolò scivolare da destra in mezzo, con ai lati uno tra Under o Kluivert e ElShaarawy nel tridente dietro Dzeko. Partita e poi Pasqua in famiglia: al termine del match Nicolò si sposterà a Fiumaretta, a venti chilometri da La Spezia. Farlo con tre punti in più in classifica, sarebbe l’ideale“, si legge su Tuttosport.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy