Inter-Spezia, moviola Cds: “Rigore netto, ma andava visto live. Pochi dubbi su…”

L’analisi degli episodi arbitrali di ieri

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Come di consueto, il Corriere dello Sport, nella sua edizione odierna ha analizzato così gli episodi arbitrali più rilevanti della gara di ieri del Meazza tra Inter e Spezia, arbitrata da Michael Fabbri: “Primo tempo di livello – si legge -, nel secondo tempo né lui né, soprattutto, l’assistente della sezione di Arezzo, Scatragli, si avvedono del tocco di mano di Nzola, ci pensa il VAR (Valeri). I suoi numeri: 19 falli fischiati (buona media, segno anche di accettazione) e tre cartellini gialli.

Partiamo da qui: sul cross di Sensi, Nzola ha il braccio destro largo, molto largo, per dinamica anche non congruo. Fabbri fa giocare (poteva vederlo), l’assistente Scatragli non segnala (doveva vederlo), Valeri (sempre detto che al monitor avrà sicuramente un futuro) segnala e manda il collega al video per l’OFR (revisione sul campo). Rigore netto. Correttamente annullato il gol di Gyasi: al momento del colpo di testa di Maggiore, infatti, è nettamente oltre tutti i difensori dell’Inter, pochi dubbi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy