Inter, è boom ricavi in Cina grazie a Suning: “Ora la società non dovrà più…”

Inter, è boom ricavi in Cina grazie a Suning: “Ora la società non dovrà più…”

Numeri impressionanti per il colosso cinese e per il club nerazzurro

di Marco Macca, @macca_marco

Una cosa è certa: la strada intrapresa è quella degna dei più grandi club europei, di quelle società virtuose che, grazie a ricavi e risultati sportivi, sono da anni costantemente al top in Europa. L’Inter ha imboccato in pieno quella strada sotto la gestione Suning e, grazie ai numeri impressionanti del colosso cinese, è pronta a insidiare le gerarchie continentali nei prossimi anni. Marco Bellinazzo, sul proprio blog sul Sole 24 Ore, scrive:

Suning, conglomerato commerciale e immobiliare da oltre 60 miliardi di dollari di fatturato annuo e 180mila addetti (…) dal 29 giugno 2016 a oggi, ha investito nell’Inter 474 milioni di euro (con un aumento di capitale da 142 milioni e prestiti soci per 336 milioni, dei quali circa 105 milioni da poco convertiti in capitale). L’Inter non è costretta più a giocare “in difesa” a causa dei paletti del fair play finanziario Uefa essendo sostanzialmente uscita dai vincoli del settlement’s agreement sottoscritto nel 2015 (…). Il bilancio al 30 giugno 2018 mostra ricavi operativi (escluso quindi il player trading) per 287 milioni, con un +6% rispetto all’ anno prima, nonostante l’assenza della Champions conquistata invece in questa stagione. I ricavi commerciali grazie alla crescita dell’apprezzamento del brand nerazzurro nel mercato cinese asiatico sono aumentati notevolmente a circa 120 milioni (…)”.

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy