La Stampa – Conte, richieste precise sul mercato. E Asamoah dice di lui…

La Stampa – Conte, richieste precise sul mercato. E Asamoah dice di lui…

Il quotidiano torinese dedica la sua copertina sportiva al nuovo tecnico interista

di Francesca Ceciarini
Antonio Conte dirige i suoi durante una partita

La Stampa dedica ampio spazio nella sua sezione sportiva alla nuova Inter di Antonio Conte, parlando delle sue strategie sul mercato ma anche nello spogliatoio e rimarcando il fatto che l’ex CT dell’Italia si porta dietro anche qualcosa dal suo passato juventino, come la mentalità

“«Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta», questa è la frase di Giampiero Boniperti, leggenda della Juve, sposata da Antonio Conte più delle altre,” inizia così il pezzo di Tiziana Cairati.

Il quotidiano torinese conferma che l’allenatore salentino non conta su Mauro Icardi, anche per non iniziare la sua avventura nerazzurra con grane da risolvere:

“[Conte] ha fatto precise richieste di acquisti e cessioni. Tra queste ultime c’è Mauro Icardi. Perché Conte, descritto come molto riservato, vuole iniziare la stagione senza problemi da risolvere. Tra i vertici di mercato e i sopralluoghi ad Appiano Gentile, c’è stata la visita alle strutture sportive di Lugano, dove l’Inter si preparerà per il campionato e la Champions League. Le prime due settimane da nerazzurro sono servite a Conte per conoscere il mondo Inter e dare indicazioni sul mercato. Non è un mistero che Icardi non faccia parte del suo progetto: l’allenatore, oltre a volere Edin Dzeko dalla Roma e Romelu Lukaku dal Manchester United, spinge – come il club – per lo scambio Icardi-Dybala con la Juve”.

Ovviamente il caso Icardi non è l’unica cosa di cui Conte ha discusso con i dirigenti dell’Inter, il gioco dell’ex allenatore del Chelsea si sviluppa molto sulle fasce, una zona da rinforzare per fare bene in campionato e in Champions League:

“Sul tavolo delle trattative c’è altro materiale, perché Marotta e Ausilio proveranno ad accontentare tutte le richieste dell’uomo a cui è stato affidato il compito di riportare in alto l’Inter. C’è ad esempio il benestare per l’arrivo di Ante Rebic, attaccante croato dell’Eintracht Francoforte, valutato 40 milioni. Conte ha chiesto rinforzi anche perle fasce del suo 3-5-2. Al momento, quanto a esterni, in rosa figurano D’Ambrosio, Asamoah e Dalbert, quindi all’appello ne manca almeno uno. Il nome buono è Valentino Lazaro, austriaco dell’Hertha Berlino, seguito anche dal Psg. Nei prossimi giorni è previsto un incontro per dare un’accelerazione alla trattativa. Non è da scartare a priori Matteo Darmian (Manchester United), che del gioco di Conte conosce già tutto avendolo interpretato con lui in Nazionale”.

Nel pezzo della Stampa si sottolinea anche la disciplina ferrea che il tecnico leccese porterà nello spogliatoio dell’Inter:

“Le regole imposte da Conte, che prevedono lavoro durissimo in allenamento, disciplina in campo e fuori, vita regolare e dieta ferrea. Per l’ex ct, quattro campionati vinti tra Juve (3) e Chelsea (1), il gruppo arriva prima del singolo, nulla deve uscire dallo spogliatoio che è considerato sacro, niente vizi e chi sbaglia paga. In questo senso un’idea precisa ce l’ha già Asamoah, che di Conte disse: «Non molla mai, con lui chi sbaglia paga». Icardi e Nainggolan sono avvisati”.

( La Stampa)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy