Lotito: “Celle negli stadi? Cosa giusta, è una mia proposta di qualche anno fa”

Così il presidente della Lazio, Claudio Lotito, commenta le parole del ministro dell’Interno, Matteo Salvini

di Redazione1908

“Quella delle camere di sicurezza negli stadi è una mia proposta di qualche anno fa, penso sia una cosa giusta”. Così il presidente della Lazio, Claudio Lotito, commenta le parole del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha auspicato una nuova legge per consentire alle società di fare stadi di proprietà dotate di camere di sicurezza per i violenti. “Se i tifosi tedeschi o quelli polacchi vengono in Italia a sfogare la loro rabbia è perché noi glielo consentiamo. Questo è un tipo di comportamento che nuoce alla credibilità del sistema, sono persone che vanno eliminate dal circuito. Cominciamo a mettere le celle negli stadi e a fare processi per direttissima a chi viene colto in flagrante, togliendo anche i diritti civili”, aggiunge Lotito a margine dell’incontro con i rappresentanti del governo sulla violenza e il razzismo nel calcio. Secondo il patron biancoceleste “penso sia anche fondamentale rivisitare la responsabilità oggettiva sulla base di alcuni comportamenti. Uno come me che deve fare più di quello che fa? Non possiamo mettere a presidiare un poliziotto per ogni spettatore. Bisogna fare dei protocolli per obbligare le società a certi comportamenti e poi sulla base di questi e c’è il singolo che disattende al rispetto della norma va colpito in modo certo e severo, così diventa da esempio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy