Inter, il 5 maggio non è più solo un incubo: 10 anni fa la prima tappa del Triplete

Si celebra oggi il decennale della vittoria della Coppa Italia del 2010

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Inter Coppa Italia 2010

5 maggio, giorno di gioie e dolori per i tifosi dell’Inter: una data che riporta alla mente dei nerazzurri una delle beffe più dolorose della storia del club, ma anche un trionfo che sarà la base dell’incredibile Triplete del 2010. Tuttosport ripercorre le due giornate dell’Olimpico, quella del 2002 e quella del 2010.

L’INCUBO – “L’Inter gioca all’Olimpico di Roma il 5 maggio. Quando è successo nel 2002 l’avversaria era la Lazio e la partita è entrata nella storia come il suicidio calcistico più perfetto del calcio italiano. I nerazzurri perdono all’ultima giornata, non vincono lo scudetto che invece va alla Juventus, non finiscono nemmeno secondi perché vengono superati pure dalla Roma e Ronaldo (il Fenomeno) lascerà come ultimo ricordo l’immagine di lui seduto in panchina tra le lacrime“.

PRIMO TRIONFO – 8 anni dopo, l’Inter torna all’Olimpico di Roma. Questa volta contro la Roma, finale di Coppa Italia. Sarà un trionfo: Milito regala il trofeo alla banda Mourinho, primo passo di quel Triplete che resterà nella storia del calcio. “Il suo gol sarà quello decisivo per le sorti della finale. […] Il 5 maggio è stato esorcizzato dalla banda Mourinho, che si appresta a finire la stagione cogliendo un’impresa che nel calcio italiano non è riuscita a nessuno. La Coppa Italia è il primo tassello del Triplete che verrà, ma che per il momento è solo un sogno nella testa dei nerazzurri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy