Lukaku, assist all’Inter: il Manchester United dice no allo scambio con Perisic, ma ora…

Lukaku, assist all’Inter: il Manchester United dice no allo scambio con Perisic, ma ora…

L’attaccante belga strizza l’occhio ai nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Romelu Lukaku, Manchester United

Le parole rilasciate da Romelu Lukaku al termine di Belgio-Scozia (gara nella quale ha messo a segno una doppietta, ndr) non sono passate inascoltate dalle parti di corso Vittorio Emanuele: l’attaccante belga non ha smentito le voci di un suo addio al Manchester United, e gli apprezzamenti verso Antonio Conte e verso l’Italia diventano un assist prezioso per l’Inter, che può ora trattare con i Red Devils forti del gradimento del giocatore. La Gazzetta dello Sport riporta le dichiarazioni di Lukaku: “Ho un contratto con il Manchester United. Parlerò col club e con il mio agente Federico Pastorello per prendere la decisione migliore. So già cosa farò, ma non voglio dirlo. Sì, credo che per me sarà un’estate agitata. Cosa penso di Conte? È un bene che sia andato all’Inter, per me è il miglior allenatore al mondo. Sono un grande fan della Serie A, tutti sanno che ho sempre desiderato giocare nel campionato inglese e in quello italiano: amo l’Italia“.

L’OPERAZIONE – “La prova che manca invece, per il trasferimento all’Inter, è un affare da 80 milioni: tanto chiede lo United, che ha già rifiutato l’ipotesi di uno scambio con Perisic. Ma qui arriva la sponda di Lukaku. Perché dietro quel «parlerò con la mia società» va letta la volontà del belga di forzare la mano e di spingere verso la cessione. E il «so già cosa farò» vuol dire che nella sua testa la decisione sulla destinazione è stata presa, un po’ come dire al Manchester «sapete con chi trattare». Logico che, mentre l’arrivo di Dzeko è completamente slegato dall’affaire Icardi, quello di Lukaku sia invece agganciato all’ex capitano: fuori lui, dentro il belga, ecco il piano“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy