Mandorlini: “Inter, stagione normale. De Vrij, voglio di più. Io da interista dico…”

Le parole di Andrea Mandorlini al Corriere della Sera

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni del Corriere della Sera, l’ex difensore dell’Inter Andrea Mandorlini ha espresso il suo parere sulla stagione della squadra nerazzurra, soffermandosi soprattutto su cosa non è andato.

Chi non ha reso come avrebbe dovuto?
«Premessa: l’Inter ha fatto una stagione normale, proprio come quella precedente. Da interista dico: come può essere giudicato positivo un campionato se ti ritrovi, proprio come l’anno scorso, con 26 punti in meno dalla prima? E sei pure uscito al primo turno di Champions, sei stato eliminato sia in Europa League che Coppa Italia? Se alla fine viene fatta passare per positiva la stagione interista è solo perché il terzo posto apre le porte alla Champions che porta nelle casse del club 50 milioni circa».

Tornando ai singoli: quali sono stati i meno convincenti?
«Visto da fuori posso azzardare De Vrij che, però, ha qualche attenuante visto che non è mai facile inserirsi in un nuovo ambiente. Anche Miranda, complice qualche infortunio, non ha reso come nella stagione precedente ed è finito spesso in panchina».

Perisic ha rimediato spesso l’insufficienza in pagella. Che ne pensa?
«Il giocatore ha enormi potenzialità ed è uno da top club anche se non sempre lo dimostra. Credo che Perisic abbia vissuto una situazione personale con qualche malessere di troppo visto che a dicembre avrebbe voluto andarsene. In questo contesto è difficile dare il massimo. In ogni caso non si trattiene nessuno controvoglia: se a giugno chiederà ancora di andarsene è meglio che l’Inter lo lasci andare».

Voto alla stagione dell’Inter?
«Nello scorso campionato la squadra di Spalletti aveva fatto 72 punti, non credo riesca a farne di più in questa, nonostante sia stato fatto un mercato importante. Così non va bene: il gap dalla Juve è rimasto invariato. Si è quasi ridotto quello col Napoli perché la squadra di Ancelotti ha fatto meno punti rispetto all’ anno scorso. Confido in Marotta: il suo arrivo è fondamentale per la gestione della società. E i risultati si vedranno nella prossima stagione».

Franco Fiocchini
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy