Manicone, il doppio ex di Palermo e Inter: “Nerazzurri oggi al pari di Juve e Roma”

Da centrocampista vinse la Coppa Uefa 1994 a Milano, oggi è collaboratore del ct della Nazionale svizzera Petkovic

di fcinter reda

L’anno della rimonta sfiorata al Milan nel 1992-1993 e, una stagione dopo, la conquista della Coppa Uefa 1993-1994 con compagni del calibro di Zenga, Bergomi, Bergkamp. Ma qualche anno prima Antonio Manicone, ragioniere del centrocampo, si era messo in evidenza nel Palermo in Serie C1. Manicone, oggi collaboratore del ct della Nazionale svizzera Petkovic, intervistato dal Corriere dello Sport, ricorda il suo periodo in nerazzurro e prova a leggere la partita che domani vedrà di fronte Palermo e Inter. Quando arrivò a Milano coronò un sogno lui che era interista sin da bambino. “Mi presentai al cancello di Monza per una amichevole con lo Stoccarda, direttamente da Udine dopo la mia cessione, e non mi volevano fare entrare perché non sapevano chi fossi! Scherzi a parte come dimenticare la Coppa Uefa e quel gol contro il Borussia Dortmund?”. Una rete fondamentale per la qualificazione dei nerazzurri. Quella di domani è per Manicone “una partita complicata, come è giusto che sia in A dove ogni sfida sembra uno scontro diretto. Il Palermo ha l’esigenza di recuperare, l’Inter di volare. Pioli vuole continuare con prestazioni e risultati sempre migliori. Lo apprezzo per quello che ha fatto. Bisognava creare ambiente e c’è riuscito. Il valore dei giocatori non era in discussione, mancava la guida. Oggi incontrare l’Inter è come vedersela con Juve e Roma, le migliori”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy