Matthäus: “Mourinho non fa per il Bayern. La soluzione più emozionante sarebbe Allegri”

Matthäus: “Mourinho non fa per il Bayern. La soluzione più emozionante sarebbe Allegri”

L’ex centrocampista di Inter e Bayern ha parlato del successore di Kovac sulla panchina dei bavaresi

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Dopo l’ultima sconfitta il Bayern ha esonerato Kovac e ora è alla ricerca di un nuovo tecnico. Tanti i nomi accostati alla panchina dei bavaresi, alcuni anche molto illustri. Ne ha parlato a Sky Sport De l’ex centrocampista di Inter e Bayern Matthäus:

MOURINHO“Lo escluderei. Lo ammiro per tutto ciò che ha realizzato e vinto in passato con molti club. Ma credo che il suo personaggio e il suo modo di lavorare non si adattino al Bayern e creino molti disordini”.

WENGER“Avrebbe alcuni vantaggi: potrebbe facilmente comunicare con il folto gruppo di giocatori francesi (simile all’Arsenal) del Bayern, nonché con tutti i tedeschi e la società. Ha 70 anni, ma a un’età simile, Jupp Heynckes ha anche celebrato i più grandi successi. Certamente non sarebbe una soluzione per molti anni”.

RANGNICK – “Di recente ha dimostrato a Lipsia di poter creare un perfetto equilibrio tra fase difensiva e offensiva. Il suo calcio è attraente e di successo. Se in passato le cose sono rimaste bloccate tra Rangnick e Bayern, o il suo passato per i tifosi è un problema, non posso giudicare”.

ALLEGRI – “Se il Bayern non vuole necessariamente un allenatore che parli tedesco, sarebbe la soluzione più emozionante per me. Un grande nome, incredibilmente di successo con la Juventus, un gentiluomo e calciatore di primissima categoria e potrebbe facilmente parlare con il capo del Bayern Karl-Heinz Rummenigge in italiano”.

TEN HAG – “La sua squadra gioca a calcio offensivo meraviglioso. Ha buttato meritatamente la Juve e il Real fuori dalla competizione nell’ultima Champions League e solo per sfortuna non ha raggiunto la finale. Inoltre, ha già vinto alcuni titoli nazionali. Ten Hag conosce il Bayern, perché si è già allenato lì, ha 49 anni e potrebbe essere un uomo per il presente e il futuro. Ha aiutato giocatori come de Jong o de Ligt a diventare di classe mondiale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy