Milan, la zavorra lasciata da Fassone e Li complica i piani. Le fantasmagoriche entrate…

Milan, la zavorra lasciata da Fassone e Li complica i piani. Le fantasmagoriche entrate…

Milan, la zavorra lasciata da Fassone e Li complica i piani. Gestione squilibrata e…

di Gianni Pampinella

La Gazzetta dello Sport analizza i conti del Milan. Il quotidiano sottolinea la gestione squilibrata della coppia Fassone-Li. “I conti lasciati in eredità dalla coppia Fassone-Li Yonghong sono una zavorra molto pesante per i piani di Elliott. Gli stipendi sono passati da 135 a 150 milioni (2 milioni in più solo per «l’assunzione di nuovo personale e top management, come conseguenza del cambio di assetto proprietario avvenuto ad aprile 2017»), gli ammortamenti da 46 a 86: l’incremento totale è di 55 milioni. Beninteso, non una tantum ma – in assenza di interventi sulla rosa – spese costanti nel tempo. Questo è il frutto della spregiudicata campagna acquisti del 2017, che nelle intenzioni della vecchia gestione avrebbe dovuto propiziare lo sbarco rossonero in Champions. Le fantasmagoriche entrate dal mercato cinese, immaginate nel primissimo business plan in 90 milioni già nel primo anno, sono evaporate alla prova dei fatti, tanto che nell’esercizio 2017-18 sono stati registrati appena 600mila euro di proventi dalla controllata Ac Milan (Beijing) Sports Development. Non solo. I ricavi commerciali complessivi sono addirittura diminuiti, da 69 a 62 milioni, perché Adidas, in seguito al passaggio da Fininvest a Li Yonghong, ha rinegoziato al ribasso l’ultimo anno di contratto. Insomma, lo storico main sponsor aveva fiutato l’aria…“.

(Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy