Speranza: “Quarantena ridotta. No alle feste private, interventi su orari dei locali e sport di contatto”

Il Ministro della Salute ha parlato nel durante la trasmissione ‘Che Tempo Che Fa’ e ha spiegato alcuni provvedimenti del nuovo Dpcm

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Roberto Speranza, Ministro della Salute, è intervenuto in collegamento nel corso della trasmissione ‘Che Tempo Che Fa‘ per parlare del nuovo Dpcm. Il Ministro ha confermato la decisione di ridurre la quarantena a 10 giorni e ha rivelato alcune delle novità del nuovo decreto: “Il quadro epidemiologico è molto peggiorato in Europa e il numero dei contagi è cresciuto. Il nostro numero di contagiati è ancora di gran lunga inferiore rispetto agli altri Paesi. Siamo a un cambio di fase. Proviamo a giocare d’anticipo rispetto al resto d’Europa. Se riusciamo subito ad alzare il livello d’attenzione eviteremo di essere messi in situazioni complicate da qui a poche settimane”.

Speranza ha poi aggiunto: “Il Dpcm avrà il significato di un cambio di marcia con misure che non sono come quelle del passato. Proveremo a incidere su situazioni della vita delle persone che non sono fondamentali. Abbiamo proposto di evitare le feste private per esempio, non sono fondamentali in questo momento. Il messaggio di fondo resta questo: c’è un cambio di fase e siamo costretti a restringere un po’ ciò che abbiamo allentato negli scorsi mesi. Il Comitato tecnico scientifico ha deciso di abbassare la quarantena a 10 giorni, togliendone 4 rispetto a quanto stabilito finora. Agiremo sugli assembramenti e sugli orari dei locali. Ci saranno interventi sugli sport, dove non è possibile usare mascherine o mantenere le distanze“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy