La moglie di Barella: “Qui è drammatico, noi stiamo bene. Campionato? L’importante…”

La moglie di Barella: “Qui è drammatico, noi stiamo bene. Campionato? L’importante…”

Federica ha risposto alle domande dei suoi follower su IG

di Redazione1908

Si conoscono da 5 anni e ne hanno 7 di differenza: Federica Schievenin e Nicolò Barella hanno deciso di costruire una famiglia insieme subito, perché quello era il loro sogno. E così sono arrivate Rebecca e Lavinia. In estate Nicolò si è trasferito all’Inter e questo è il loro primo anno a Milano. Il momento è difficile e Federica ha raccontato su Instagram come lo stanno vivendo lei e il calciatore nerazzurro: “Qui la situazione è drammatica, non uscite di casa. La quarantena procede bene… ci godiamo Nicolò, che quest’anno è stato poco a casa. Stiamo bene. Abbiamo due bimbe che ci riempiono la giornata! Io ogni tanto studio, lui legge e guardiamo poca tv. E ci alleniamo! Arriviamo a fine giornata distrutti. La prima cosa che faremo quando tutto questo sarà passato? Ci godremo le giornate con meno preoccupazione, ci basta quello. Niente di più. Se questa situazione si risolverà? Penso di sì! Ma non penso a breve… qui la situazione è drammatica! Come abbiamo spiegato il virus alle bambine? Lavinia è troppo piccola! Rebecca è felice che c’è il papà quindi chiede poco.

Nicolò in versione casalinga e la nuova vita milanese: “Nicolò in casa? Molto più calmo! Mi aiuta un sacco con le bambine, casa e poco con i cani. Se ho un rapporto di amicizia con qualche wag nerazzurra? Sì! Milano è una città completamente diversa dalla nostra! Però ci troviamo molto bene anche qui… si vive in modo completamente diverso… Nicolò non è cambiato da quando giocava a Cagliari, assolutamente no. Ci vede poco qui. Se abitiamo nello stesso quartiere dei Ferragnez? Siamo vicini! Ma non vicinissimi… Il flashmob? Sì anche noi ci facciamo sentire. Dopo due femmine ci vuole il maschietto? Il sogno di Nicolò! Rebecca non ama giocare con la palla, ma io e Nicolò giochiamo un sacco. °Perché faccio poche Stories sui social? Nicolò è anti-social. Un altro figlio? Sì ne vorrei altri due. Perché censuro le bimbe sui social? Per il lavoro particolare che fa mio marito. Penso di tutelarle… è una mia idea! Poi quando saranno grandi decideranno loro…”

L’Inter: “Come è stato trasferirsi qui? Lasciare casa non è mai facile. Se sono contenta che sia all’Inter? Io sono contenta quando vedo mio marito sereno… quindi ovunque sia l’importante è la sua tranquillità che di conseguenza è la nostra. Vacanze rinviate a causa del campionato? Fa nulla! L’importante è la salute di tutti!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy