Mondiale U20 – Semifinale amara per l’Italia: Ucraina in finale, polemiche sull’arbitraggio

Mondiale U20 – Semifinale amara per l’Italia: Ucraina in finale, polemiche sull’arbitraggio

Annullato al 92′ il gol dell’1-1 di Scamacca: una decisione che è parsa severa ai più

di Francesca Ceciarini
La stupenda girata di Scamacca che ha portato allo splendido gol annullato al 92

Finale amaro per l’Italia U20 al mondiale di categoria in Polonia: gli azzurrini di Nicolato perdono 1-0 con l’Ucraina in una partita dove ci sono stati almeno un paio di episodi arbitrali controversi.

Dopo un primo tempo anonimo l’Italia torna in campo più cattiva e sfiora il gol con Pinamonti al 51′ che si fa ipnotizzare da Lunin.

Al 65′ il vantaggio degli ucraini con Buletsa, con la difesa azzurra che dorme sul traversone di Konoplia dalla destra, poco dopo gli ucraini sfiorano il raddoppio con un un tiro di Supriaga che sfiora il palo alla destra di Plizarri.

All’80’ la prima decisione controversa di Raphael Claus: l’arbitro brasiliano estrae il secondo giallo per Popov, reo di aver allargato troppo il gomito in un contrasto aereo con Andrea Pinamonti. La decisione lì per lì sembra eccessiva, anche se il replay mostra che il giallo ci può stare.

Al 90′ l’occasione più clamorosa per l’Italia, con Christian Capone che imbeccato meravigliosamente da Pellegrini manda poco alto sulla traversa provando un improbabile pallonetto invece di tirare a botta sicura.

I rimpianti per il suo errore sembrano svanire due minuti dopo quando spalle alla porta, su una palla vagante in area dopo un rinvio non perfetto della difesa ucraina, Gianluca Scamacca controlla prima di petto, poi di coscia e spedisce il pallone sotto il sette con una girata al volo meravigliosa.

Grande gioia per gli azzurrini e partita indirizzata ai supplementari ma l’euforia dura meno di un minuto: Claus consulta il VAR e decide di annullare per una sbracciata di Scamacca al momento del controllo che sembra sfiorare il viso del difensore ucraino, che crolla immediatamente a terra.

Decisione che pare un po’ eccessiva, in quanto il gesto sembrava figlio del movimento di coordinazione del giocatore del Sassuolo, ma Claus è irreprensibile, così come lo è stato per tutta la partita, dove ha avuto un metro di giudizio molto severo.

Game over quindi per l’Italia U20 in un mondiale che comunque rimane splendido: gli azzurrini ora affronteranno nella finale per il terzo e quarto posto la perdente di Ecuador-Corea del Sud, in programma questa sera alle 20.30.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy