Mourinho: “Lasciai l’Inter per andare al Real per un motivo ben preciso. Eto’o…”

Mourinho: “Lasciai l’Inter per andare al Real per un motivo ben preciso. Eto’o…”

Lo Special One torna sul suo arrivo sulla panchina del Real Madrid

di Gianni Pampinella

Presente ad un evento organizzato nel quartier generale de La Liga, José Mourinho ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a lasciare l’Inter per sedere sulla panchina del Real Madrid. “Il mio miglior ricordo è quando vinci. Sono venuto in Spagna perché volevo allenare il Real Madrid e perché volevo provare a essere il primo a vincere il campionato inglese, italiano e spagnolo, sono arrivato con quello in testa”, ha spiegato l’allenatore portoghese. All’evento era presente anche Samuel Eto’o a cui lo Special One ha rivolto belle parole: “Samuel ha giocato per me e contro di me, e ho imparato da lui come giocatore e anche giocando contro di lui ho imparato molto. Quando giochi contro giocatori molto bravi e ho avuto quella fortuna, impari così tanto su come ti preparerai a giocare contro di loro. Gli devo entrambe le cose“. Chiosa finale sul VAR: “Prima del VAR, quando c’era un goal della mia squadra o dell’avversario, la prima cosa che facevi prima di festeggiare era guardare il guardalinee per vedere se era goal o meno. Quello che fai oggi è guardare l’arbitro. Uno stadio con 80.000 persone attende 10 secondi per sapere se è gol o meno, quindi esplode di gioia se è gol o meno. È un modo diverso di sentire l’emozione“.

(Mundo Deportivo)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy