Pagliuca: “Simpatizzavo bianconero, ma la Juve mi ha tolto un pezzo di vita. Ronaldo…”

Pagliuca: “Simpatizzavo bianconero, ma la Juve mi ha tolto un pezzo di vita. Ronaldo…”

L’ex portiere dell’Inter compie 50 anni e si racconta: “Quando sento gli juventini che fanno le vittime mi sale la rabbia”

di Francesco Sicilia, @frasicilia

Gianluca Pagliuca compie 50 anni e si racconta in un’intervista al Resto del Carlino. L’ex portiere di Sampdoria, Inter, Bologna e Nazionale parla delle gioie e delle delusioni più grandi. “La Juve in carriera mi ha tolto un pezzo di vita e almeno un trofeo. Non ho mai ingoiato il rospo del rigore negato da Ceccarini per il fallo di Iuliano su Ronaldo in quello Juventus-Inter del ‘98. Quando sento gli juventini che fanno le vittime, mi sale la rabbia. E dire che da piccolo per un breve periodo simpatizzavo per la Juve. E il mio mito era Zoff”. Pagliuca ha vestito la maglia dell’Inter tra il 1994 e il 1999 e in quel periodo ha avuto in squadra colui che ritiene il compagno più forte. “Ronaldo. E’ assurdo che quell’Inter abbia vinto solo una Coppa Uefa: per la qualità che aveva avrebbe meritato qualche trofeo in più”. Altri retroscena della sua militanza in nerazzurro. “Quando ero all’Inter Moratti mi voleva vendere in Inghilterra: un’esperienza in Premier, col senno di poi, un po’ mi manca. Ma allora mi chiamò Cinquini, che era il diesse del Bologna: e non ci ho pensato un attimo a tornare a casa”. E infine una previsione su Roberto Mancini, compagno nella Samp scudettata di Boskov. “Io credo che alla soglia dei sessanta il Mancio un anno o due a Bologna lo farebbe col cuore”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy