Porto Special Club: in 10 anni e mezzo incassati 603 milioni. Con l’Inter…

Porto Special Club: in 10 anni e mezzo incassati 603 milioni. Con l’Inter…

di Sabine Bertagna, @SBertagna

La magia di José Mourinho sulla panchina del club portoghese dette inizio ad un’era magica. Quella degli affari. Libero definisce il Porto uno Special Club. Il motivo? “Il Porto quell’estate cedette Deco al Barcellona e Paulo Ferreira e Ricardo Carvalho al Chelsea guadagnando 71 milioni di euro. Da allora ha iniziato a riempire l’Europa di talenti incredibili, rivenduti ai top club a suon di quattrini. Considerando solo le cessioni più autorevoli il Porto ha incassato 603 milioni in 10  anni e mezzo.” Qualche esempio? “Falcao, comprato a 5,5 milioni e ceduto all’Atletico Madrid per 47, James Rodriguez e Moutinho, costati circa 16 milioni in totale e rivenduti insieme al Monaco per 70, Hulk rilevato per 5,5 milioni e spedito in Russia allo Zenit per 40, o il più clamoroso di tutti,Pepe, andato anche lui al Real per 30 milioni. Il Porto lo pagò appena 1.” Un club che fa della plusvalenza il suo cavallo di battaglia.

Ma il Porto non ha venduto solo talenti. Grazie alla nomea di Special Club è riuscito a piazzare giocatori come Quaresma all‘Inter (Libero lo definisce proprio un bidone) e Anderson allo United. Il Porto ha avviato da anni una compartecipazione nell’acquisto dei calciatori con fondi privati (come il Doyen) che hanno diritto a una cospicua percentuale sulle future cessioni. L’affare è servito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy